Eutanasia e suicidio. Liberi di morire?

Fondazionesergioperlamusica.it Eutanasia e suicidio. Liberi di morire? Image
DESCRIZIONE
"Scandagliando i modi con i quali viene impiegata la possibilità di protrarre la vita in situazioni prima non immaginabili, soprattutto attraverso le cure palliative, il saggio di Higgins descrive il comparire sulla scena antropologica occidentale della figura del morente. La ricchezza di sfumature antropologiche e di dilemmi morali, così introdotti sembra cancellata dall'imporsi di una sola autorità, di un solo parere legittimo al quale il corpo del paziente, nella sua totalità, deve essere reso disponibile: quello del complesso tecno-medico-legale. È in questa prospettiva che trovano la loro giustificazione le proposte relative a una presa in carico, legale e morale, da parte del soggetto delle condizioni nelle quali si potrebbe trovare con la comparsa di patologie e malattie sulle quali l'autorità tecno-medica avrebbe da esercitarsi oltre i termini consentiti dal paziente stesso. È quindi tra lo Scilla della moltiplicazione di potenza fornita alla medicina dalla tecnologia e il Cariddi della fragilità dell'uomo singolo che si pongono le soluzioni contraddittorie della modernità. Da un lato, è infatti parte attiva nella costruzione di un futuro tecnico dai risultati impensabili e dall'altro, si trova nella condizione di sostenere in virtù di questi stessi risultati la spinta a sottrarsi con la morte a ciò che ancora non è compiuto. Il rischio è che, in entrambi i casi, a perire sia la stessa natura umana, almeno così come ne abbiamo avuto esperienza finora. Ma la trama del discorso moderno sul suicidio e l'eutanasia trova piena espressione nelle pagine di Löwith. Il suicidio ha smesso, almeno nell'Occidente che una volta si considerava cristiano, di essere colpito da anatema ed espulso dal riconoscimento sociale e sacramentale che si deve ai morti. La vita non è più di Dio o, peggio, del signore feudale, la vita è disponibile alla libera scelta dell'individuo che può decidere come e quando terminarla. Il suicidio moderno, almeno quello occidentale - il discorso su quello orientale è molto più articolato e complesso - appare come una semplice estensione dei diritti e delle prerogative che l'individuo occidentale moderno rivendica a se stesso." (dall'introduzione di Riccardo De Benedetti)

Leggi il libro Eutanasia e suicidio. Liberi di morire? PDF direttamente nel tuo browser online gratuitamente! Registrati su fondazionesergioperlamusica.it e trova altri libri di Robert William Higgins,Karl Löwith,Ersilio Tonini!

INFORMAZIONE
NOME DEL FILE
Eutanasia e suicidio. Liberi di morire?.pdf
AUTORE
Robert William Higgins,Karl Löwith,Ersilio Tonini
DIMENSIONE
10,24 MB
SCARICARE LEGGI

C'era da aspettarselo. Dopo l'insolita, indebita pronuncia di un anno fa della Corte Costituzionale, che aveva sostanzialmente ingiunto al Parlamento - ormai la più costosa e inutile istituzione della Repubblica - di legiferare abrogando il reato di istigazione al suicidio in quanto incompatibile con la Carta, il 25 settembre dell'anno del Signore 2019, con una semplice sentenza di ...

LIBERI DI MORIRE. INTERVISTA A MINA WELBY, TESTIMONE DI UNA SCELTA DI DIGNITÀ ... Per poter accedere all'eutanasia - che sia intesa nel senso di eutanasia attiva, eutanasia passiva o suicidio assistito - è necessario andare oltre confine; in Europa solo il Belgio, i Paesi Bassi ed il Lussemburgo hanno approvato disposizioni normative ...

LIBRI CORRELATI
Masha e Orso e altre fiabe russe
Straub/Huillet. L'enigma del visibile
Le parole dell'arte. Per capire e amare i pittori e le loro opere
Macbeth
Il romanzo di Artemide. La mitologia greca in cento episodi
Il quaderno nero. Settembre 1943-aprile 1945
Il marketing del vino e del territorio: istruzioni per l'uso
De Terraemotu
L' essenza della vita. Il risveglio della consapevolezza nel cammino spirituale
Nico letta così. Pagine di creatività di Nicoletta Poli
L' Europa è morta a Pristina
Funghi del ferrarese
Ciaspole in Valdossola. Escursioni invernali sulle Alpi Pennine e Lepontine