Le «Trentasette pratiche del Bodhisattva» di Tokmé Zongpo

Fondazionesergioperlamusica.it Le «Trentasette pratiche del Bodhisattva» di Tokmé Zongpo Image
DESCRIZIONE
Nato nel 1295 nel Tibet centrale, Tokmé Zongpo fu un grande monaco buddhista della tradizione Kadampa. Acclamato appena diciannovenne come un secondo Asanga, a trentadue anni fu nominato abate di un monastero ma, dopo nove anni, rinunciò ad altre cariche monastiche per ritirarsi a praticare in un eremo presso la località di Ngülchu, o 'Fiume d'argento'. I suoi versi sul sentiero del bodhisattva, composti più che altro come un promemoria per se stesso, sono a distanza di tanti secoli tra i testi più amati e venerati della tradizione buddhista tibetana. La traduzione di Ken McLeod si distingue per la semplicità del linguaggio, che vuole riflettere la chiarezza e l'immediatezza del testo tibetano originale. Tokmé Zongpo non si curava del sapere dottrinario, gli interessava solo avvicinarsi il più possibile, nella sua vita vissuta, al grandioso ideale del bodhisattva. McLeod nel suo commento riflette lo stesso approccio esperienziale, e spinge il lettore a domandarsi: "Come posso, io, oggi, seguire queste pratiche?". A tale scopo presenta una serie di scenari di cui tutti possiamo fare esperienza nella nostra vita quotidiana, ad esempio, un furto, la perdita del lavoro, la morte di una persona cara, e ci porta a riflettere su come la compassione, la chiarezza, la presenza mentale e l'equilibrio possano trovare espressione nella nostra esistenza.

Abbiamo conservato per te il libro Le «Trentasette pratiche del Bodhisattva» di Tokmé Zongpo dell'autore Ken McLeod in formato elettronico. Puoi scaricarlo dal nostro sito web fondazionesergioperlamusica.it in qualsiasi formato a te conveniente!

INFORMAZIONE
NOME DEL FILE
Le «Trentasette pratiche del Bodhisattva» di Tokmé Zongpo.pdf
AUTORE
Ken McLeod
DIMENSIONE
8,37 MB
SCARICARE LEGGI

Le Trentasette Pratiche descrivono il sentiero del bodhisattva, ma che cos'è un bodhisattva? Sicuramente la compassione è una sua caratteristica, però secondo il senso etimologico della parola è "un essere vivente che aspira all'illuminazione" aiutando gli altri a raggiungere lo stato di Buddha, che è già presente potenzialmente in tutti gli esseri.

Descrizione: Nato nel 1295 nel Tibet centrale, Tokmé Zongpo fu un grande monaco buddhista che rinunciò a importanti cariche nei monasteri per ritirarsi a praticare in un eremo. I suoi versi sul sentiero del bodhisattva sono considerati un semplice ed elegante compendio delle tradizioni buddhiste tibetane. Il commento di McLeod si riallaccia alle esperienze quotidiane del mondo contemporaneo ...

LIBRI CORRELATI
Un bambi da salvare. S.O.S. cuccioli
Una tragedia italiana. 1943. L'affondamento della corazzata Roma
Il mondo arabo-islamico. Chi sono e quanti sono i musulmani nel mondo
Marsilio Ficino. Alla lente dell'astrologia
La difesa scritta
Sul Portogallo
Musica e parole. Storie, tracce, temi della canzone d'autore italiana. Vol. 4
Cinque scenari per il Duemila
Mondo techno. Christian Zingales Remix
Le interpretazioni dei sogni. Scuole di psicoterapia a confronto
Toiletpaper. Ediz. inglese. Vol. 10
Aspettando l'Europa. La crisi dell'integrazione e l'unità dell'Occidente
Casa dolce casa? Italia, un paese di proprietari