Meglio non sapere

Fondazionesergioperlamusica.it Meglio non sapere Image
DESCRIZIONE
"Una delle pagine più cupe dell'ultima stagione del nazifascismo: la deportazione degli ebrei d'Italia nei campi di concentramento. Titti Marrone gestisce tutto questo magma storico tenendo forte la rotta della schietta testimonianza. Abbassa questa barbarie all'altezza dei bambini. Visto da loro il male mostra il lato più spaventoso." (Marco Maugeri, l'Unità). È un treno a rapire i tre bambini di questa storia ed è un treno a restituirne due nel dicembre 1946. Nel mezzo di questo essere portati via e essere restituiti, c'è l'indicibile del campo di sterminio. Questo libro racconta di tre bambini deportati ad Auschwitz con le loro madri. Titti Marrone è responsabile delle pagine culturali del "Mattino" di Napoli.

Scarica l'e-book Meglio non sapere in formato pdf. L'autore del libro è Titti Marrone. Buona lettura su fondazionesergioperlamusica.it!

INFORMAZIONE
NOME DEL FILE
Meglio non sapere.pdf
AUTORE
Titti Marrone
DIMENSIONE
10,58 MB
SCARICARE LEGGI

Acquista online Meglio non sapere di Günther Schwarberg, Titti Marrone in formato: Ebook su Mondadori Store Carta PAYBACK di Mondadori Su Mondadori Store , con la tua carta PAYBACK ti premi ad ogni acquisto.

Compra MEGLIO NON SAPERE. SPEDIZIONE GRATUITA su ordini idonei. Passa al contenuto principale. Iscriviti a Prime Ciao, Accedi Account e liste Accedi Account e liste Ordini Iscriviti a Prime Carrello. Libri. VAI Ricerca ...

LIBRI CORRELATI
Variazioni in rosso
Il risveglio della signorina Prim
Genitori al lavoro. Il lavoro dei genitori
Mencio e l'arte di governo. Testo cinese a fronte
In viaggio
Rain man (L'uomo della pioggia)
Un' estate contro
Il massaggiatore mistico
I fantasmi. Le cascate del Niagara
A qualcuno piace uguale
Sconcerto
La gestione del paesaggio rurale tra governo e governance territoriale. Continuità e innovazione
Impianti elettrici. Vol. 2
Un ponte di colori. Ediz. a colori
I cosacchi
La santa violenza
Puericultura
Dizionario dei simboli, dei miti e delle credenze
Un cuore a metà