Per un pezzo di patria

Fondazionesergioperlamusica.it Per un pezzo di patria Image
DESCRIZIONE
Come scrive Gian Carlo Jocteau nella sua introduzione, le memorie di Massimo Ottolenghi abbracciano «i primi trent'anni di una vita lunga e operosa». Anni decisivi, per la crescita personale, per la formazione intellettuale e politica, per i destini d'Italia. La giovinezza di grandi fermenti, gomito a gomito con la generazione delle passioni civili - quando nei licei di Torino si incontravano professori quali Augusto Monti e Massimo Mila e compagni come Emanuele Artom e Oreste Pajetta - si confronta con la borghesia illuminata guidata da Luigi Einaudi, con la famiglia mista ebrea e cattolica, laica e rigorosa, con un diffuso anelito al progresso e alla conoscenza, ma anche con la progressiva avanzata del fascismo. «L'imperdonabile colpa di essere ebrei», tra smarrimento e vita civile di studio e lavoro, la guerra e la clandestinità, l'avventura di Giustizia e Libertà, naturale prosecuzione delle passioni giovanili, portata avanti con impegno durante la Resistenza, tra Torino e le Valli di Lanzo: il racconto di una vita si fonde con la storia collettiva, i protagonisti della lotta di liberazione sfilano nella precisa ricostruzione di fatti, ambienti e personaggi. Memoria personale che si incastona nelle vicende pubbliche del Paese, il resoconto di Massimo Ottolenghi percorre un'epoca intensa con sguardo cosciente e partecipe.

Abbiamo conservato per te il libro Per un pezzo di patria dell'autore Massimo Ottolenghi in formato elettronico. Puoi scaricarlo dal nostro sito web fondazionesergioperlamusica.it in qualsiasi formato a te conveniente!

INFORMAZIONE
NOME DEL FILE
Per un pezzo di patria.pdf
AUTORE
Massimo Ottolenghi
DIMENSIONE
3,35 MB
SCARICARE LEGGI

D'altra parte, non bisogna cadere nemmeno nell'eccesso di voler esasperare la contrapposizione tra la visione della vita - e, in questo caso, della patria - propria delle culture tradizionali, e quella occidentale e cristiana, come si ostinano a fare alcuni attardati cultori del mito russoiano del «buon selvaggio» (che è, precisiamolo una volta per tutte, un mito reazionario, perché basato ...

Compra Per un pezzo di patria. SPEDIZIONE GRATUITA su ordini idonei

LIBRI CORRELATI
Schiavi del clic. Perché lavoriamo tutti per il nuovo capitalismo?
Intervista immaginaria con Karl Marx
Tra un'ora la nostra sorte. Le lettere dei condannati a morte e dei deportati della Resistenza
Nuovi misteri etruschi. Magia, sacralità e mito nella più antica civiltà d'Italia
La nascita di Gesù tra miti e ipotesi
L' angoscia di re Salomone
Immigrazione. Le politiche in Europa
Renato Gualandi. Peripezie di un cuoco bolognese
Libertà nella cultura. A. Ghisleri politico ed educatore tra 800/900
Ushio e Tora. Perfect edition. Vol. 4
Su verità e menzogna:Sul pathos della verità-Su verità e menzogna in senso extramorale. Testo tedesco a fronte
Lentamente fra le tue braccia
Valentina in viaggio nel tempo. Alla scoperta di Trotskij
La volpe e la cicogna... e altre favole. Esopo puzzle. Ediz. a colori. Con 6 puzzle