La danzatrice di Izu

Fondazionesergioperlamusica.it La danzatrice di Izu Image
DESCRIZIONE
La danzatrice di Izu non è una vera love story, ma evoca una situazione tanto universale quanto vaga e difficile da descrivere: il passaggio, nella giovinezza, di una possibilità che accende l'immaginazione senza realizzarsi. Dalla postfazione di Giorgio Amitrano «La danzatrice, che giaceva proprio lì ai miei piedi, arrossì e si coprì il viso con le mani. Divideva il futon con una delle ragazze più grandi. Era ancora truccata dalla sera prima. Le restavano tracce di rosso sulle labbra e intorno agli occhi. vederla appena svegliata, e così emozionata, mi diede una strana tenerezza. Forse infastidita dalla luce, si girò dall'altra parte, quindi, con le mani sempre sul viso, scivolò fuori dal futon e si sedette sul pavimento del corridoio. "Grazie per ieri sera" disse, poi si inchinò con delicatezza verso di me, che ero ancora in piedi, confondendomi.» Scritto nel 1926 e divenuto a partire dal dopoguerra immensamente popolare, "La danzatrice di Izu" è la storia dell'iniziazione di uno studente che, per scacciare i suoi «tormenti di ventenne», si mette in viaggio verso la penisola di Izu. Un viaggio - nei colori autunnali di boschi incontaminati, catene montuose e scoscese vallate - che lo segnerà per sempre, giacché, grazie all'incontro con una giovane artista girovaga, scoprirà la pura bellezza. Kaoru ha lunghe gambe che rendono il suo corpo simile a un giovane albero di paulonia, occhi magnifici, e quando ride pare che sbocci: ma soprattutto colpisce in lei la semplicità piena di stupore, il candore infantile nel mettere a nudo i sentimenti. Effimera, evanescente, ineffabile nella sua assoluta naturalezza, la bellezza è dunque - come ci rivelano due magnifiche conferenze del 1969 che costituiscono il secondo pannello di questo libro - 'ichigo ichie', cioè incontro unico e irripetibile, miracolosa combinazione di elementi insostituibili: come il prezioso tè che viene raccolto nella prefettura di Shizuoka la ottantottesima notte dopo l'inizio della primavera, capace di regalare eterna giovinezza, lunga vita e salute. Scoprire e registrare fugaci momenti di bellezza nell'arte, nella natura, nella vita di ogni giorno, e insieme la gioia e il dolore che suscita la sua impermanenza è precisamente, per Kawabata, la funzione della letteratura giapponese.

Scarica l'e-book La danzatrice di Izu in formato pdf. L'autore del libro è Yasunari Kawabata. Buona lettura su fondazionesergioperlamusica.it!

INFORMAZIONE
NOME DEL FILE
La danzatrice di Izu.pdf
AUTORE
Yasunari Kawabata
DIMENSIONE
4,65 MB
SCARICARE LEGGI

Scopri la trama e le recensioni presenti su Anobii di La danzatrice di Izu scritto da Yasunari Kawabata, pubblicato da Adelphi (Piccola biblioteca Adelphi, 713) in formato Paperback

La danzatrice di Izu non è una vera love story, ma evoca una situazione tanto universale quanto vaga e difficile da descrivere: il passaggio, nella giovinezza, di una possibilità che accende l'immaginazione senza realizzarsi. Dalla postfazione di Giorgio Amitrano «La danzatrice, che giaceva proprio lì ai miei piedi, arrossì e si coprì il viso con le mani.

LIBRI CORRELATI
Camion e trattori. Piccoli libri con adesivi. Ediz. a colori
Palombari della marina militare italiana. 1849-2009 160 anni di storia dei subacquei della marina militare italiana dalla nascita della scuola Palombari
Schiele. Ediz. illustrata
Latino. L'impero di un segno (XVI-XX secolo)
Il tramonto della schiavitù nel mondo antico
Cappuccetto Rosso. Con 4 puzzle
La dieta mediterranea
Pirati!
Identità di genere e media
Il soffio di un momento
Viva il papà! Ediz. illustrata
Smile, please
Linie 1. B1. Kurs und ubungsbuch. Per la Scuola media. Con e-book. Con espansione online