Pensiero, parola e scrittura. Filosofia e forme della rappresentazione

Fondazionesergioperlamusica.it Pensiero, parola e scrittura. Filosofia e forme della rappresentazione Image
DESCRIZIONE
"Che cos'è una rappresentazione? Tutti i grandi classici si sono interrogati sul rapporto tra pensiero e mondo, sul rapporto tra attività e passività, tra il cogliere un dato nella sua inalterata purezza e l'intervento della soggettività. Nella filosofia del Novecento è entrato in crisi il paradigma rappresentazionalista. I più famosi critici di tale posizione sono Wittgenstein, Heidegger, Ryle e Rorty. Ma già Husserl denunciava la mancata distinzione tra atto, contenuto e oggetto della rappresentazione, e con questa ciò che Sartre chiamò poco più tardi l'illusione di immanenza, per cui presumiamo di aver accesso alle cose nelle copie che serbiamo nella coscienza, immagini che trattiamo alla stregua di reificazioni inerziali di contenuti sensibili. Sembra tuttavia che una funzione di isolamento di un contenuto dalla particolarità del suo primo presentarsi debba essere salvaguardata. Ovviamente non si può continuare a concepire ingenuamente la rappresentazione come il risultato di una modificazione che subiamo passivamente o come se fosse una immagine o una copia delle nostre esperienze. Della relazione di somiglianza la rappresentazione e l'immagine non conservano né la simmetricità né l'aspetto materiale. Esse piuttosto valgono come un rapporto, tutto da motivare, tra concetto e intuizione, tra piano delle intenzioni e piano segnico, sensibile, che serva a rimandare, appunto, a quello." (Alfredo Ferrarin)

Leggi il libro Pensiero, parola e scrittura. Filosofia e forme della rappresentazione PDF direttamente nel tuo browser online gratuitamente! Registrati su fondazionesergioperlamusica.it e trova altri libri di Richiesta inoltrata al Negozio!

INFORMAZIONE
NOME DEL FILE
Pensiero, parola e scrittura. Filosofia e forme della rappresentazione.pdf
AUTORE
Richiesta inoltrata al Negozio
DIMENSIONE
1,59 MB
SCARICARE LEGGI

Come già tenta di fare l'arte di Nietzsche, che esprime non solo il simbolismo della parola, ma anche la totale mimica della danza, così la scrittura deve incarnare e difendere quel tanto di gesto che resta sempre ammanettato alla parola, facendosi così voce crudele del pensiero corporante.

Con il termine strutturalismo si definisce una corrente di pensiero che si sviluppa a partire dal secondo dopoguerra e che ha diffusione in special modo in Francia nel campo della critica letteraria, dell'antropologia, dell'etnologia, della psicologia, della sociologia e del marxismo. Un contributo importante allo strutturalismo proviene dalla scuola dei formalisti russi, dalla scuola ...

LIBRI CORRELATI
Il buio al crocevia
Vorrei solo poterti odiare. Shot series
La fattoria. Scopri il mondo della fattoria
Giardini di carta. Da Rousseau a Modiano
Estrella
Quattro codici. Civile, procedura civile, penale, procedura penale e leggi complementari
Naif.Super
Andrea Palladio. The complete illustrated works. Ediz. inglese
La grande rapina al treno
Le poesie di Ossian
Impianti elettrici delle imbarcazioni
L' effetto Susan
Rinascita. Lanterna Verde. Vol. 36
Gesù incontra
Lo strano caso del sorcio stonato
Enciclopedia completa del vino. Ediz. illustrata
Socializziamo in francese
L' emblema di Roto. Perfect edition. Dragon quest saga. Vol. 6
L' armonia universale. Scoperte nelle piramidi le meraviglie Maat
The Breaker. Vol. 8